L’ANGOLO DEL DIRETTORE

Giovedì, 6 Maggio  2021

La preghiera è un albero che non muore mai

Caro amico, la preghiera è un bisogno insopprimibile che rivela la natura trascendente dell’uomo.  Pregare è un moto spontaneo del cuore. Direi che è un fatto naturale.

Al contrario l’assenza di preghiera appare  una condizione esistenziale artificiosa, una sovrastruttura imposta dall’esterno.

Nei tempi moderni si sono sprecate le profezie sulla scomparsa delle religione, ritenuta un frutto bacato dell’ignoranza. L’umanità, una volta raggiunta l’età adulta, si sarebbe resa conto che l’esistenza di Dio è un inganno.

L’uomo infatti sarebbe l’unico dio al quale va l’adorazione. Non sarebbe infatti stato Dio a creare l’uomo, ma l’uomo a creare Dio. La consapevolezza della propria divinità avrebbe inevitabilmente dissolto la religione e la preghiera.

Queste radiose profezie sull’età adulta del genere umano sono destinata a naufragare.  La preghiera è un albero che non muore  mai.

 

Vostro Padre Livio