L’ANGOLO DEL DIRETTORE

Mercoledì, 31 Marzo 2021

Dio, abbassandosi fino a noi, ci ha elevato fino a Lui

Caro amico, Gesù è vivo e presente perché l’umanità ha bisogno di lui. Il genere umano, nonostante i progressi che ha realizzato sul piano materiale, vive in una situazione esistenziale insostenibile. La morte, fisica, mortale e spirituale lo assedia e lo divora.

Dio, che conosce meglio di noi la condizione di tenebra e di morte nella quale ci troviamo, spinto dall’amore e dalla sollecitudine per le sue creature, ha deciso di venire in loro aiuto.

Lo ha fatto nel più estremo e compromettente dei modi. Si è fatto vero uomo, in tutto simile a noi, eccetto il peccato. Ha condiviso la condizione umana è l’ha redenta, liberandola dal male e dalla morte.

Accogliendo  Gesù Cristo, aderendo alla sua amicizia e vivendo della sua vita, l’uomo passa dalla tenebre alla luce, dalla menzogna alla verità, dalla morte alla vita, dalla disperazione alla speranza, dall’infelicità alla felicità.

Vostro Padre Livio