L’ANGOLO DEL DIRETTORE

Giovedì, 15 Ottobre 2020

Gesù è vero Dio e vero uomo con un’anima spirituale e immortale

Caro amico,  Gesù è vero Dio e  vero uomo, con un corpo e un’anima spirituale e immortale. La sua umanità si è formata nel grembo della Vergine Maria, per opera dello Spirito Santo.  Il suo “io” tuttavia non è umano ma divino. La persona divina del Verbo opera e si manifesta attraverso una natura umana creata.

Quando Gesù afferma di essere Dio, intende indicare la sua persona di Figlio eternamente generato dal Padre, che si  è unito alla nostra umanità, rendendola partecipe della sua divinità.  Non è l’esistenza di Dio, ma l’evento dell’incarnazione, col quale Dio si è fatto uomo, il mistero centrale del cristianesimo.

I miti delle varie religioni, che evocano manifestazioni umane della divinità, non hanno nulla da spartire con il mistero dell’incarnazione.  Qui infatti siamo di fronte all’ evento dell’unico Dio che assume una vera natura umana e che condivide fino in fondo la vita degli uomini, eccetto il peccato. In questo senso il cristianesimo è singolare e irripetibile.

E’ attraverso il Gesù uomo che la gente ha potuto contemplare i segni della sua grandezza divina. L’umanità di Gesù è stata il segno della sua divinità.

La vita di Gesù, in particolare la sua Passione e la sua morte in croce e infine la gloria della resurrezione e l’ascesa al cielo, sono la testimonianza  dell’intima unione della sua umanità con la persona del Figlio di Dio.

Vostro Padre Livio