L’ANGOLO DEL DIRETTORE

Giovedì, 17 Settembre 2020

L’incontro con Gesù trasforma ed eleva radicalmente la vita

Caro amico,  incontrando Gesù scopri un mondo che prima ti era assolutamente ignoto, anche se vi anelavi nel profondo del cuore. E’ un mondo che gli occhi della carne non possono vedere e che la stessa ragione non può afferrare.

E’ quella dimensione soprannaturale della realtà, senza la quale tutto ciò che noi vediamo e tocchiamo sarebbe incomprensibile. Improvvisamente ti rendi conto che questo limite oscuro dell’esistenza, nel quale eri rinchiuso, è solo un cono d’ombra, mentre intorno a te e al di sopra di te si distendono spazi infiniti di luce.

Incontrando Gesù ti rendi conto che l’uomo non è quello che noi pensiamo che sia, un essere sottoposto alla dittatura del male e della morte. Vedi davanti ai tuoi occhi illuminati dalla fede un’esistenza umana diversa, liberata dalle sue zavorre, guarita dalla sue malattie, resa partecipe di una misteriosa dimensione divina.

Prima di incontrare Gesù, che cos’era per te la vita? Dopo i sogni dei tuoi anni verdi, hai dovuto rassegnarti all’evidenza del quotidiano soffrire e morire nella prigione angusta del tempo, senza nessuna possibilità di uscirne.

Senza Gesù per te la vita era un inverno interminabile, dove i giorni scorrono senza la prospettiva di una primavera. Senza il Risorto  la terra è un  pianeta senza il suo sole, nella  morsa del gelo e della  morte.

Vostro Padre Livio