L’ANGOLO DEL DIRETTORE

Venerdì, 17 Luglio 2020

Il Matrimonio è una vocazione

Cari amici,  lo Spirito, che guidava la giovinetta di Nazareth, le aveva interiormente dischiuso la grazia  della verginità nel dono totale di sé a Dio. “Come è possibile? Non conosco uomo” è l’interrogativo che Maria rivolge all’angelo, mentre le rivela la chiamata  ad essere la Madre del Figlio di Dio.

I due giovani si sono promessi amore reciproco, ma accogliendo nel medesimo tempo il dono della verginità e della consacrazione della loro vita alla volontà del Signore.

Quella di Maria e Giuseppe è una chiamata speciale, ma insegna ai fidanzati che il loro incontro non è un progetto umano, ma una vocazione  a cooperare al progetto divino della creazione e della redenzione.

E’ infatti attraverso l’amore sponsale, che l’Onnipotente realizza la sua opera di infinita misericordia, con la quale chiama delle creature, tratte dal nulla, a partecipare al mistero della sua Gloria.

Vostro Padre Livio