L’ANGOLO DEL DIRETTORE

Venerdì 7  Agosto 2020

La Madonna ha visto suo Figlio  arrestato, percosso, umiliato e condannato  a  morte

Caro amico, “Allora si fecero avanti e misero le mani addosso a Gesù e lo arrestarono” ( Mt 26,50). Gesù, l’innocente, il Figlio di Dio, il Santo dei santi, ha subito l’onta dell’arresto: “Siete usciti come contro un brigante, con spade e bastoni, per catturarmi” ( Mt 26,35).

Non solo è stato arrestato, ma è stato anche trascinato in tribunale, con una sentenza già preconfezionata, per la quale erano stati sollecitati dei falsi testimoni: “ I sommi sacerdoti e tutto il sinedrio cercavano qualche falsa testimonianza contro Gesù, per condannarlo a morte.”

La sentenza degli uomini è arrivata, impietosa  e tagliente, come una spada che mozza la testa. “ Ha bestemmiato…E’ reo di morte…Allora gli sputarono in faccia, e lo schiaffeggiarono:altri lo bastonavano…” ( Mt 26, 63.68).

Anche il referendum popolare promesso da Pilato non ha avuto un esito diverso: “ A morte costui! Dacci libero Barabba!” ( Lc 23, 18).

Vostro Padre Livio