L’ANGOLO DEL DIRETTORE

Mercoledì, 29 Luglio 2020

Maria è la madre della speranza

Cari amici, chi è forte nella fede non perde mai la speranza. A Dio nulla è impossibile. Gli apostoli hanno vacillato nella fede, quando hanno visto Gesù catturato, processato, disprezzato, condannato a morte e infine crocifisso.

La loro fede era un lucignolo fumigante che si è spento nell’oscurità della notte. Le grandi speranze che coltivavano nel cuore si sono dissolte. Solo Maria è rimasta salda nella bufera tenebrosa e, tenendo in braccio il Figlio ormai privo di vita, ha lasciato il cuore aperto alla luce della speranza.

Il dolore della Madre davanti alla morte del Figlio, per quanto lancinante, non era il lamento disperato di chi maledice il giorno in cui è nato.

Il suo cuore sapeva che la pietra posta davanti al sepolcro non era l’ultima parola. Quel masso rotolato via il mattino di Pasqua testimonia all’umanità la vittoria della speranza.

Maria nella notte del sabato santo è divenuto il rifugio di tutte le disperazioni nelle quali gli uomini affondano. A chi brancola nel buio della notte la Madre dice: “Coraggio, figlio, l’alba non è lontana”.

Vostro Padre Livio