L’ANGOLO DEL DIRETTORE

Maria è una madre che cura le ferite

Sabato,  23 Maggio 2020

L’Ancella del Signore ci cura con infinita pazienza. Sa che gli uomini, come i bambini piccoli, sono esposti a tutte le malattie e, non appena sono usciti da una, ricadono subito in un’altra. Lei sa che anche l’anima, come il corpo,  ha bisogno di tempo per guarire.

La Madre si china con amore su ogni capezzale e spia ogni più piccolo  miglioramento. Non chiede mai all’ammalato più di quanto questi non possa dare. Non ci fa correre se non abbiamo ancora imparato a camminare. Le basta un briciolo di buona volontà, che la sua sollecitudine prontamente fortifica e valorizza.

Con pazienza ci prende per mano e ci accompagna lungo i sentieri faticosi della vita. Se cadiamo ci rialza e si siamo stanchi ci prende in braccio. Pur non essendo mai stata malata, conosce tutte le nostre malattie. Al suo Cuore, che è una fortezza inespugnabile, sono presenti tutte le  nostre debolezze.

I peccati la fanno soffrire, ma non le fanno ribrezzo. Versa su ogni  ferita il balsamo della sua misericordia, finché non si sia completamente rimarginata.

Vostro Padre Livio