L’ANGOLO DEL DIRETTORE

Maria è una  madre che compatisce

Venerdì 22 Maggio 2020

Cari amici, la grandezza incommensurabile di Maria non le impedisce di posare i suoi occhi misericordiosi sulla nostra miseria. La Madonna non ci guarda dall’alto al basso, come se la sua esenzione dal peccato originale la ponesse su un altro pianeta.

La “Tutta santa”, dopo che è stata preservata dal naufragio universale, protende le sue mani verso coloro che si dibattono fra i gorghi del male e non si dà pace finché non li abbia portati alla salvezza.

Quale madre non ha un riguardo speciale per il figlio malato? Se da una parte gioisce per quelli che crescono sani e robusti, dall’altra si preoccupa e si prodiga per quelli più deboli e infermi. Per essi moltiplica le cure e li circonda di ogni attenzione.

Il peccato è la più insidiosa delle malattie. E’ un cancro che intacca il tessuto dell’anima, fino a provocarne la morte. La Madonna lo vede nella sua orribile realtà, che sfugge ai nostri occhi accecati.

Gli uomini, che si preoccupano per una indisposizione, non si curano affatto degli effetti deleteri del male che commettono. Quanti di essi si sono ridotti a dei cadaveri che camminano?

Vostro Padre Livio