L’ANGOLO DEL DIRETTORE

Con Gesù  e Maria sulla via della salvezza

Mercoledì, 26 Febbraio 2020

Caro amico, l’evento cristiano, perché non di una dottrina si tratta ma di un avvenimento, consiste nel dono della vita divina alla creatura umana che si trova in una situazione di morte spirituale.  La vita stessa di Dio, che è eterna comunione di verità, di santità e di amore, viene donata al mondo che giace sotto il potere del maligno. Colui che la dona è Il Figlio di Dio fatto uomo. Chi crede in Lui riceve una vita che non esiste sulla terra e che l’uomo non potrebbe mai né trovare né produrre.

Tu l’avevi già ricevuta nel battesimo, ma poi ti eri allontanato sulla via della seduzione e dell’inganno.  La vita di Dio non si vede e non si tocca, ma è reale ed è talmente efficace che trasforma le persone che la accolgono dentro di sé. Essa sgorga dal Cuore di Gesù con una abbondanza straripante e non vi è creatura che non possa abbeverarsi a questa fonte perenne che zampilla per tutti. In che cosa consiste questa vita divina che è in grado di trasformare radicalmente l’esistenza umana?

Trattandosi di una realtà soprannaturale non è facile esprimerla con le parole umane. Essa è luce, è verità, è bellezza, è santità, è amore, è felicità.  Ciò che Dio è, viene offerto a noi. La mente fa fatica ad afferrare questo dono, la lingua non riesce a descriverlo, ma il cuore lo può sperimentare e gustare nella sua verità.

Ora vivi in Dio e quello che sei lo comprenderai sempre più avanzando verso la meta.

Vostro Padre Livio