Dopo aver scritto il libro, “Lotte e tentazioni dei Padri del deserto”, padre Livio inizia questa nuova catechesi utilizzando anche il testo di Luciana Mortari “Vita e detti dei Padri del deserto” per esporre il loro stile di vita e i loro insegnamenti mostrando quanto fossero legati all’intera tradizione della spiritualità, alla quale diedero un contributo proprio e peculiare di grande novità e originalità.

Maria nel cammino di santità: in questa catechesi padre Livio collega la tesi sviluppata da San Luigi Maria Grignion da Montfort ai messaggi di Medjugorje. Nelle puntate evidenzia l’importanza di Maria, nostra guida nel cammino di Santità. La Madonna ci aiuta a mettere in pratica gli insegnamenti senza mai lasciarci soli.

La Verginità di Maria: padre Livio in questa catechesi evidenzia la bellezza e la grandezza dell’ideale di verginità, che trae origine dalla stessa persona di Gesù Cristo e di sua madre, la Vergine Maria.

In essi la verginità cristiana risplende in tutto il suo fulgore e la sua ricchezza di significato. Esiste non solo una verginità corporea ma ne esiste anche una dedicata a tutti, anche a coloro che sono sposati, ed è la verginità della fede, del cuore e dell’anima.

Padre Livio in queste catechesi affronta con serenità il tema della seconda venuta di Cristo e dalla fine del mondo. In un clima di confusione, dove si crede che la fine del mondo sia vicina attraverso il passaggio da un millennio all’altro, è necessario un intervento per rasserenare le persone.

All’interno di Radio Maria si è analizzato il tema anche attraverso il libro “DIES IRAE” dove vengono esposte le teorie e le posizioni della Chiesa a riguardo.

Un titolo come Domande a Dio potrebbe sembrare un atto di superbia. In realtà questa catechesi di padre Livio non è altro che un’appassionata proposta di ciò che la fede cristiana e il Magistero della Chiesa possono suggerire a chi desidera spalancare il proprio cuore all’Assoluto.

Il rapporto tra fede e ragione e il mistero della contrapposizione fra il bene e il male sono ampiamente trattati, partendo dalle riflessioni dei più significativi pensatori della cultura greco – romana per giungere alle osservazioni degli intellettuali contemporanei. L’ultima parte del volume è dedicata all’analisi di ciò che attende l’uomo al termine della vita e alla riflessione su quanto accadrà nei tempi ultimi, quando la storia umana si compirà con la seconda venuta di Cristo.

Padre Livio dedica la sua catechesi alla tentazione: cadere in tentazione è un’esperienza umana universale. Ognuno di noi impara a conoscerla direttamente nella lotta quotidiana fra il bene e il male.

Non c’è uomo che non sia tentato, compresi quelli che sono sulla via della santità. Non a caso la Bibbia, sia l’Antico che il Nuovo Testamento, si apre con il racconto di una tentazione, le cui conseguenze sono state decisive per le sorti dell’umanità.

Che cosa c’è dopo la morte che ci attende? E, prima ancora, ha un senso farsi questa domanda sull’aldilà e supporre che dopo la morte per noi ci sia ancora qualcosa? La catechesi di padre Livio affronta questi interrogativi sulla vita ultraterrena, sui quali nonostante l’evidenza del loro incalzare grava un silenzio incosciente o spaventato

Virtù teologali: Fede, Speranza e Carità. Questo ciclo di catechesi di padre Livio è dedicato alle virtù legate a Dio. Le virtù teologali sono fondamentali per la vita cristiana perché riguardano il rapporto con Dio e divinizzano l’uomo.

È una serie di catechesi che s’impegna sul profilo morale poiché, non basta spiegare le virtù, ma bisogna anche praticarle. La vita cristiana è il passaggio dall’uomo vecchio a quello nuovo, un passaggio di purificazione, uno sforzo per imitare Cristo e la pratica delle virtù è necessaria per il cammino di santità.

Le Virtù cardinali: Prudenza, Giustizia, Fortezza e Temperanza sono le virtù umane e riguardano, come ci ricorda padre Livio, i nostri rapporti con gli uomini e il ruolo sociale che esse possiedono. Questo ciclo di catechesi può essere apprezzato anche da chi non crede, dalla società laica in quanto non si può fare a meno delle virtù umane, sono necessarie per la vita civile.

“I Vizi Capitali: l’obiettivo delle riflessioni contenute in questa catechesi di padre Livio, che affondano le radici nella grande tradizione biblica e filosofica, è quello di aiutare a identificare le ferite e le debolezze della nostra natura, per poterle guarire con l’unica medicina possibile, che è la buona volontà protesa nella pratica della virtù.

Peccati capitali: Ira, Avarizia, Invidia, Superbia, Gola, Accidia e Lussuria
Virtù cardinali: Prudenza, Giustizia, Fortezza e Temperanza
Virtù teologali: Fede, Speranza e Carità”

Non Praevalebunt – Manuale di resistenza cristiana: il XX secolo ha visto le più grandi persecuzioni cristiane e della Chiesa. Il numero dei martiri e dei cristiani perseguitati è stato infinitamente più grande di quello dei primi secoli ed un nuovo anticristianesimo si sta diffondendo con il volto dello scherno o dell’aperta persecuzione.

Con queste persecuzioni cristiane oggi, sembra essere tornato in auge l’antico slogan: “Non licet esse christianos” (Non è lecito essere cristiani). Il futuro è una scommessa dagli esiti imprevedibili.

In questo contesto padre Livio ambienta la catechesi che racconta di come i cristiani sono chiamati a dare una testimonianza eccezionale, resistendo saldi nella fede, diffondendo la speranza e praticando l’amore fino all’eroismo dei martiri cristiani. La barca di Pietro passerà indenne attraverso l’uragano e anche quelli che cercano di affondarla vi troveranno rifugio.