Il Coraggio del perdono è una catechesi di padre Livio sul perdono. Perdonare è argomento centrale nella vita cristiana poiché è in grado di condizionarla radicalmente. L’uomo si salva se chiede a Dio il perdono dei propri peccati e allo stesso tempo si salva nel momento in cui perdona il prossimo. Il perdono nel suo duplice passaggio: verso Dio e verso l’altro. Ma anche perdonare e chiedere perdono.

Il tema dell’anticristo è una componente fondamentale della visione cristiana della storia. Fin dal principio, l’angelo ribelle che fu punito da Dio, si oppose al Creatore per distruggere il progetto originario dell’Eden.

In questa catechesi, padre Livio compie un viaggio nelle Sacre Scritture, una riflessione sull’esistenza di Satana, il Male, il Maligno. Mette in luce i pericoli che minacciano oggi più di ieri il futuro dell’umanità. Un’umanità che, negando che il diavolo esiste, ha ceduto alle sue più subdole tentazioni: potere, denaro, menzogna.

Un invito a riscoprire la ricchezza del Vangelo e a farne tesoro per il cammino spirituale di tutto l’anno.

Padre Livio offre un commento al Vangelo e ai brani delle cinquantadue domeniche dell’anno liturgico (anno A) corredato di preziosi riferimenti biblici ed esegetici.

Uno scrigno a cui attingere indicazioni evangeliche per il vivere quotidiano secondo la Parola del Signore, per le proprie scelte etiche e per quel progetto di salvezza che coinvolge non solo i credenti, ma tutti gli uomini di buona volontà.

Decisi e forti nella Fede è una catechesi di padre Livio che tocca una tematica importantissima: quella della fede. Dio Esiste? Io credo in Dio? Il tema è molto importante in quanto la Madonna è in mezzo a noi da molto tempo con l’obiettivo di risvegliare la fede. La fede riguarda la Chiesa sia nel suo interno che nel suo esterno attraverso la testimonianza.

Oggi molti battezzati perdono la fede: senza la fede manca la luce della vita. Senza Dio si rimane senza speranza. E’ fondamentale oggi il ruolo della Chiesa per far si che la fede metta le radici nel cuore della gente, che diventi una realtà vissuta e testimonianza.

Medjugorje il Cielo sulla Terra: il piccolo villaggio della Bosnia-Erzegovina è divenuto negli anni centro di pellegrinaggi e di preghiera che richiama milioni di persone da ogni parte del mondo.

La catechesi di padre Livio ripercorre gli insegnamenti che la Madonna ha donato al mondo in questi anni. Il piano della Regina della Pace, iniziato a Fatima, sta entrando in questi anni nella fase decisiva. La Madonna è presente con la sua persona e la sua parola per aiutare la Chiesa e l’umanità a superare una crisi che potrebbe diventare fatale.

Effetto Bergoglio: questa catechesi di padre Livio si situa a un anno dall’elezione del cardinale Jorge Mario Bergoglio al soglio pontificio con il nome di Papa Francesco; un anno che ha segnato una svolta epocale, permettendo alla Chiesa di riaffermare i propri valori fondanti e dare risposte concrete in un momento in cui essi parevano sminuiti e depotenziati dalla crisi e dai profondi cambiamenti sociali di questo ultimo difficile decennio.

Il nuovo papa, con il vigore e l’immediatezza che lo caratterizzano, con la capacità di ascoltare tutti ma di decidere da solo, ha raccolto questi valori e queste risposte e li ha offerti a laici e credenti, arricchiti dalla nuova visione che lui stesso dà del proprio apostolato: un percorso di fede attiva, di condivisione, di accoglienza e di esaltazione dell’umanità.

È giusto dunque parlare di un ‘effetto Bergoglio’, di un processo di trasformazione che ha toccato i cattolici e moltissimi laici, riguadagnandoli al confronto e alla fiducia verso la Chiesa.

Dio parla al cuore: questa catechesi di padre Livio tratta un tema fondamentale dei nostri giorni, che è il rapporto dell’uomo con Dio. Viviamo in un’epoca pervasa in parte da un ateismo dilagante che è ormai diventato un fenomeno di massa: le moltitudini, specialmente in occidente, vivono come se Dio non esistesse.

Nel medesimo tempo per altre persone Dio è fondamentale: assistiamo infatti anche a grandi conversioni. L’uomo, dopo aver sperimentato la “vacuità degli idoli” (espressione utilizzata da Paolo VI), ritorna a Dio. Questo ritorno è un miracolo che bussa la porta del cuore.

Qual è il futuro del mondo? Quale il futuro del genere umano? Sono domande che ci poniamo poiché è in atto la crisi, non solo economica, ma ancor più morale e spirituale. Non siamo più sicuri del futuro del mondo e per questo ci interroghiamo sul futuro del genere umano.

Occorre perciò una chiave di lettura del presente che sia autentica, affidabile e capace di delineare lo scenario che va maturando dinanzi ai nostri occhi. Ecco, in questa catechesi di padre Livio, un attento esame del contesto contemporaneo, per interpretarne lo sviluppo futuro alla luce della Parola di Dio, del Magistero della Chiesa e dei messaggi che la Regina della Pace offre da oltre trent’anni a Medjugorje.

Il Purgatorio. Fiamma d’amore: il sottotitolo di questa catechesi di padre Livio mette in evidenza il fatto che il Purgatorio è radicalmente diverso dall’inferno. Il Purgatorio esiste, è uno stato di salvezza poiché le anime del Purgatorio un giorno andrà in Paradiso. Chi si trova in Purgatorio non soffre delle pene punitive ma purificative.

Le fiamme che ardono sono le fiamme spirituali e purificatrici dell’amore di Dio, pur sempre dolorosissime. Sono pene d’amore come quelle dell’innamorato, che capisce quanto è amabile Dio, ma deve rimandare il suo incontro con Lui.

Per chi non si sente – o non si sente ancora – di credere a Medjugorje, questa catechesi di padre Livio offre elementi di conoscenza e di valutazione utili a formulare un giudizio motivato in proposito; per tutti, esse tracciano un itinerario ascetico lineare, impegnativo, gioioso.

Si tratta di un tema che è sempre più trascurato, anche dalla predicazione, quasi che l’inferno sia colpito da una sorta di congiura del silenzio: un silenzio che contrasta con la necessità di recuperare la prospettiva dell’eternità e della salvezza.

Stabilito che l’inferno esiste ed è eterno, bisogna precisare a quali condizioni ci si vada: morendo in stato di peccato mortale e senza pentimento.
Dopo aver trattato delle pene infernali, l’inchiesta sull’inferno prosegue esaminando la concezione degli inferi e della perdizione eterna nella Sacra Scrittura e nella Dottrina cristiana dei primi secoli al Concilio di Trento.

Si presentano quindi le diverse visioni dell’inferno avute da Santi e mistici cristiani, fino a quella straordinaria esperienza che è il viaggio nell’aldilà compiuto in anima e corpo da Jakov e Vicka, due dei veggenti di Medjugorje, accompagnati dalla Regina della Pace.

Credo, le verità fondamentali della fede: in questa catechesi, padre Livio parla di quali sono le verità della fede che un cristiano deve credere per conseguire la vita eterna.

Nell’esposizione della preghiera del «Credo» viene illustrata passo passo la dottrina cattolica, facendo costante riferimento alle fonti della divina Rivelazione e al Magistero vivo della Chiesa, in particolare a quello straordinario dono di Dio che sono i documenti del Concilio Vaticano II e il Catechismo della Chiesa Cattolica.

Senza preghiera non puoi vivere: in questa catechesi, padre Livio affronta il tema della forza della preghiera che è il più ricorrente nei messaggi della Regina della Pace di Medjugorje.

Nessuno rivolge a Dio preghiere come la Madonna: se dovessimo dare una definizione della preghiera dovremmo dire che la preghiera è “Maria in preghiera”. Maria ha vissuto tutta la sua vita pregando e ora in cielo non fa che pregare, supplica il figlio per la salvezza del mondo. La Madonna prega per noi ma ci invita anche a pregare con lei poiché la preghiera è l’impegno più importante della vita cristiana.

I Segreti di Medjugorje: in questa catechesi, padre Livio ripercorre le tappe delle apparizioni della Regina della Pace che si è manifestata a sei ragazzi in questo piccolo paese della ex-Jugoslavia, ormai 28 anni fa, e che tuttora continua ad apparire.

A questi ragazzi, oggi adulti, la Madonna ha consegnato anche i dieci segreti di Medjugorje, che rivelerebbero il futuro prossimo dell’umanità. Quali sono i segreti? Saranno svelati, uno dopo l’altro, con tre giorni d’anticipo, in modo che al loro verificarsi anche coloro che sono più increduli capiscano che è ora di decidersi per Dio e di cambiare vita, cogliendo le ultime possibilità di salvezza.