Turismo, senza gli stranieri l’Italia perde 13,7 miliardi di euro di incassi

Turismo, senza gli stranieri l’Italia perde 13,7 miliardi di euro di incassi

Un’estate, quella del 2020, senza (o quasi) turisti stranieri. Lo si vede sulle spiagge delle principali città turistiche ma, soprattutto, nei centri delle principali città d’arte. E Ferragosto, per l’estate, è periodo di primi bilanci. Quello fatto da Confcommercio evidenzia mancati incassi, dovuti proprio alla stagione senza stranieri, per 13,7 miliardi di euro nei mesi di luglio, agosto e settembre. I turisti che mancano di più agli operatori del settore sono gli stranieri più facoltosi, quelli che nelle scorse estati riempivano gli hotel a 5 stelle. Che invece oggi evidenziano — stando all’analisi di Confcommercio, un calo di presenze dell’80% che diventa del 91,2% se si restringe l’analisi agli stranieri. Insomma, nelle strutture di alta gamma, il ricco straniero non c’è più. E la spesa è crollata.