Trump a sorpresa apre la convention repubblicana: “Vinceremo se non ci saranno brogli”

Ad accoglierlo 336 delegati ma niente pubblico a causa del Covid. Riconfermato dal partito alla presidenza, Trump sfoggia tutti i suoi successi: "Io ho sconfitto l'Isis"

Donald Trump appare a sorpresa alla convention repubblicana di Charlotte, North Carolina, e viene accolto da una standing ovation e da urla di entusiamo: “Altri 4 anni”, gridano i delegati. I 336 rappresentanti del partito repubblicano lo hanno già riconfermato ufficialmente candidato alla Casa Bianca. Il discorso ufficiale di accettazione verrà fatto da Trump giovedì sera dalla Casa Bianca.

“Mi dispiace moltissimo per l’assenza del pubblico” ha detto Trump, nel suo discorso di inaugurazione. “Eravamo pronti a ospitare 19 mila persone ma a causa del lockdown non è stato possibile”. Ha poi proseguito lanciando l’allarme: “Dobbiamo fare molta attenzione: nel 2016 i democratici hanno spiato la nostra campagna, ora ci provano con il voto di corrispondenza. Stanno cercando semplicemente di imbrogliare per vincere, lo hanno già fatto con lo spionaggio l’ultima volta e li abbiamo beccati”.

Il presidente attacca: “Vogliono rubare le elezioni. Se Biden fosse eletto, la Cina controllerà il  Paese. L’unico modo in cui possono vincere è se le elezioni sono truccate”. Scherza. Sul restare in carica altri 12 anni. Al pubblico che alla convention di Charlotte lo applaude e gli grida “altri quattro anni”, il tycoon suggerisce: “Se volete farli impazzire dite altri 12 anni”, riferendosi ai democratici. E il pubblico gli va dietro gridando “altri 12 anni”.

“Abbiamo ucciso i peggiori terroristi del mondo. L’altra volta il presidente iracheno mi ha detto che io personalmente ho sconfitto l’Isis. Perché, ha detto, prima che arrivassi io c’era il caos in Siria e in Iraq. Gli ho detto di raccontarlo ai nostri media”.