San Giuseppe/ Video, il Primo Maggio si celebra il papà terreno di Gesù

San Giuseppe Lavoratore, il 1° maggio si celebra come ogni anno quello che viene considerato il padre terreno di Gesù Cristo.

Festa del Lavoro e di San Giuseppe: auguri di buon onomastico a tutti i Giuseppe

San Giuseppe Lavoratore si celebra come ogni anno il 1° maggio. Questi è il protettore di padri, falegnami, economi e carpentieri. Riveste inoltre una figura centrale nel Vangelo, essendo considerato il padre di Gesù. Durante la sua vita svolse le mansioni di fabbro e carpentiere, anche se il suo lavoro principale è sempre stato quello di falegname. La tradizione lo rappresenta con la pialla in mano, oltre a una sega posata accanto. Le fonti legate a San Giuseppe sono concordi nell’affermare che l’uomo amò il lavoro che svolgeva dalla mattina alla sera, senza mai lamentarsi della fatica e della professione umile scelta. Gli scritti raccontano inoltre che l’unica ragione per cui era solito lasciare l’officina erano le celebrazioni religiose e l’arrivo del sabato, giorno in cui Dio aveva prescritto il riposo settimanale al popolo ebraico. Nonostante fosse dedito al lavoro, Giuseppe non si lasciò tentare dalla ricchezza né mostrò mai invidia nei confronti degli uomini ricchi. Per lui la fatica giornaliera era esercizio di virtù. Il Signore lo scelse come Padre putativo di Gesù e sposo della Madre del figlio di Dio.

San Giuseppe Lavoratore, il patrono di Orvieto

Orvieto festeggia San Giuseppe Lavoratore, patrono della città, con una serie di eventi che culminano nella giornata conclusiva del 19 marzo, quando in tutta Italia si celebra la festa del Papà. Lo spettacolo di maggiore rilievo è la Giostra della Quintana, che è solita tenersi nei primi due giorni. San Giuseppe Lavoratore, Santo Patriarca della Chiesa cristiana, in Italia è il patrono della città di Orvieto, comune situato nella provincia di Ternia (Umbria). Sono due le principali attrazioni, note a livello internazionale e che richiamano migliaia di turisti ogni anno nel centro umbro: il Duomo e il Pozzo di San Patrizio. Il Duomo di Orvieto è un capolavoro di arte gotica, a cui lavorarono una ventina di artisti per più di tre secoli. Al suo interno ospita la famosa Cappella di San Brizio, una delle meraviglie dell’arte rinascimentale. C’è poi il Pozzo di San Patrizio, chiamato così per via della sua somiglianza alla grotta dove era solito ritirarsi il santo irlandese.

Non solo San Giuseppe, ecco gli altri Santi venerati dalla Chiesa il 1° maggio

La Chiesa cattolica in occasione del 1° maggio venera i vescovi Sant’Amatore di Auxerre, Sant’Arigio, Sant’Orenzio di Auch e San Teodardo di Narbona, i martiri Sant’Ipolisto, San Giovanni de Huete, San Giovanni de Zozorra, Sant’Andeolo e San Sigismondo, oltre al profeta San Geremia.