San Giuseppe intercede dal Cielo: ecco il miracolo avvenuto grazie alla sua intercessione

Iniziai a bombardare san Giuseppe insieme alle mie cugine con novene continue…

San Giuseppe intercede dal Cielo: ecco il miracolo avvenuto grazie alla sua intercessione

LA STORIA – Monsignor Amancio Escapa, vescovo ausiliare dell’arcidiocesi di Santo Domingo nella Repubblica Domenicana, racconta un miracolo accaduto nell’anno 2001 a suo fratello gemello.

Mio fratello arriva all’ospedale di Valladolid intubato e più morto che vivo. La prima diagnosi fu di polmonite bilaterale causata dalla legionella. Quest’ultima gli causava emorragie interne. Dopo diverse analisi e ricerche decisero di operarlo allo stomaco. Trascorsi tre giorni lo sottoposero ad emodialisi perché i reni incominciavano a non funzionare. Gli praticarono la tracheotomia. Durante i 48 giorni che rimase in terapia intensiva, in due occasioni contrasse un’infezione da virus ospedaliero. Rimase ricoverato 71 giorni.

Preghiera dei 30 giorni a San Giuseppe

Chiesi preghiere a quanti conoscevo. Posso dire che la mia vita in quei momenti era una preghiera continua. L’unico mio punto di riferimento era il tabernacolo, sempre. Chiedevo a Gesù con tutto il mio cuore che si compisse la sua volontà. Avevo messo mio fratello nelle mani di Dio. E come era normale che fosse, conscio della mia povertà, cercai i miei intercessori presso Gesù. Essi furono la Vergine Maria e san Giuseppe. Pregavo la Vergine con due rosari al giorno. Iniziai a bombardare san Giuseppe insieme alle mie cugine con novene continue.

Non eravamo arrivati alla fine di una, che a mio fratello si presentavano nuove complicazioni. Per ogni complicazione, una nuova novena; cinque in totale. Per ogni richiesta rivolta a san Giuseppe, la relativa situazione difficile veniva superata.

I miracoli di San Giuseppe

Credo che la guarigione di mio fratello sia frutto di un miracolo di Dio e possiedo le testimonianze degli stessi medici che lo seguivano. Quali furono gli autori del miracolo? Secondo me Gesù Eucaristia, il capo, come spiegai alle mie cugine, che era il centro. Maria fu la mia avvocata. E san Giuseppe il mio intercessore. Per questo il mio cuore è pieno di gratitudine prima di tutto verso Dio, poi verso i miei grandi tramiti, la Vergine Maria e san Giuseppe, ed infine per tutti coloro che si unirono a me e mi appoggiarono con le loro preghiere. A tutti grazie.