La Coppa del Mondo è stata posta ai piedi della Vergine di Luján

Il Rettore della Basilica, Padre Lucas García, ha considerato “una gioia” il legame tra ciò che rappresenta il calcio e la Vergine, “la Madre della Speranza”!

La Coppa del Mondo è stata posta ai piedi della Vergine di Luján

Mercoledì 4 gennaio, in serata, Claudio “Chiqui” Tapia, Presidente della Federcalcio argentina, è arrivato a Luján, nella provincia di Buenos Aires. Lì ha visitato il Santuario dedicato a Nostra Signora di Luján, Patrona dell’Argentina, e ha posto ai suoi piedi la Coppa del Mondiale 2022 in Qatar.

Parlando con ACI Prensa, Padre García ha sottolineato che l’arrivo della Coppa non è stata una sorpresa. Infatti era in programma da quando la Nazionale ha vinto la finale. All’inizio l’intenzione era “che la squadra potesse venire al santuario” come nel 1978 e nel 1986. Tuttavia “a causa del programma dei giocatori, del poco tempo rimasto per le vacanze e di tutti i festeggiamenti, questo non è stato possibile”.

La Coppa del Mondo è stata posta ai piedi della Vergine di Luján

“In effetti, la Vergine di Luján è sempre stata al fianco dei giocatori, ed era nello spogliatoio dell’Argentina”, ha detto. “Anche ‘Chiqui’ Tapia è una persona religiosa che ha voluto portare i Mondiali in questo luogo e ringraziare la Vergine e Dio per quanto abbiamo ricevuto” ha continuato.

“Per me è sempre un gesto molto bello poter unire insieme queste cose che parlano dell’Argentina: la Vergine di Luján, la religiosità della gente, ciò che si fa al Santuario. E il calcio, non solo con i Mondiali. (…) Questa nazionale ci ha dato una piccola speranza in questo tempo complesso che stiamo vivendo. E la stessa Vergine è anche la Madre della Speranza per tutti noi”.