In Niger attacco jihadista: almeno 100 civili morti

Attaccati in simultanea due villaggi a circa 120 chilometri dalla capitale Niamey. Le vittime appartengono tutte alla popolazione civile

È salito ad almeno 100 morti il bilancio dell’attacco di bande jihadiste in due villaggi del niger, al confine con il Mali. Potrebbe trattarsi del peggiore singolo attacco jihadista contro i civili nel Niger. «Siamo appena tornati dai luoghi dell’attacco. Nel villaggio di Tschomabangou ci sono fino a 70 morti e 30 in quello di Zaroumadareye», ha dichiarato Almou Hassane, sindaco di Tondikiwindi, il comune di cui i due villaggi fanno parte e che si trovano a circa 120 chilometri dalla capitale Niamey. Si tratterebbe del bilancio più pesante pagato dalla popolazione del jniger L’attacco piu’ recente nel Paese colpito dal terrorismo risale a meta’ dicembre, quando 28 persone sono state uccise a Toumour dal gruppo jihadista Boko Haram e centinaia di altre sono rimaste ferite. Nell’attacco odierno i terroristi si sono divisi in due colonne e hanno attaccato min simultanea i due villaggi, che distano tra di loro chilometri.

La formazione islamica Jama al Nasr al Islam ha a sua volta rivendicato un attacco contro un blindato del contingente francese di stanza in Mali: nell’attentato hanno perso la vita due militari.