Covid, per L’Ecdc l’Italia quasi tutta «zona verde» (a rischio basso)

Restano «in giallo» solo Basilicata, Campania e Sicilia. Significa che il tasso di positività da due settimane è al di sotto del 4%

L’Italia diventa verde in Ue, ad eccezione di Basilicata, Campania e Sicilia, che restano in giallo. Lo rileva il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), che ha rettificato la sua mappa sull’incidenza del Covid e il tasso di contagi in Europa pubblicata ieri con riferimento alle raccomandazioni sulle restrizioni di viaggio adottate il 14 giugno dal Consiglio Ue. Nella nuova mappa anche tutte le regioni dell’Europa centro-orientale sono verdi, fatta eccezione per un land tedesco, Croazia e Slovenia in giallo. Si confermano invece in rosso soltanto l’Olanda e alcune zone di Svezia e Spagna.

Il centro europeo adotta da mesi una classificazione «a semaforo» per valutare il grado di rischio e l’andamento della pandemia; il colore verde (che rappresenta il grado più basso rischio) scatta quando l’indice di positività dei tes resta sotto il 4% per due settimane.