Coronavirus nel mondo, più di 5 milioni di contagi negli Stati Uniti. Il premier francese: “Rischio elevato di ripresa della pandemia”

Trump annuncia: "Tre vaccini entrati nella fase finale dei test"

Più di 20 milioni di casi di Covid-19 sono stati ufficialmente identificati in tutto il mondo. La pandemia ha ucciso almeno 736.828 persone dalla fine di dicembre. Gli Stati Uniti sono il paese più colpito (164.480 morti), davanti a Brasile (103.026 morti), Messico (53.003), Regno Unito (46.526) e India (45.257). Ma in proporzione alla popolazione, è in Belgio che la mortalità è più alta (852 morti per milione di abitanti), davanti al Regno Unito (685), Perù (645), l ‘Spagna (611), Italia (582)

Usa superano i 164.000 morti e 5 milioni di contagi

Gli Usa hanno raggiunto i 5.138.850 casi confermati di contagi da Coronavirus e la cifra di 164.480 morti. Lo rileva un report indipendente della Università Johns Hopkins. Nonostante i dati migliori dell’ultimo periodo, New York è lo stato con il maggior numero di contagi degli Usa, con 32.787 morti, più di Francia o Spagna. Solo nella città di New York sono morte 23.592 persone. A seguire i dati peggiori sono stati registrati in New Jersey con 15.890 morti, California con 10.528, Texas con 9.196 e Massachusetts, con 8.751.

Trump: “Tre vaccini entrati in fase finale test”

“Tre vaccini sono entrati nella fase finale della loro sperimentazione, noi stiamo investendo come nessuna amministrazione prima di questa”. Gli Stati Uniti hanno raggiunto un accordo con Moderna per 100 milioni di dosi di vaccino contro il coronavirus, ha annunciato Trump. Moderna in una nota conferma l’accordo, che ha un valore di 1,5 miliardi di dollari e che prevede l’opzione per gli Stati Uniti di acquistare ulteriori 400 milioni di dosi. Molti Paesi in Europa, come Francia, Spagna e Gran Bretagna, stanno vivendo “un grande aumento di casi” di Covid-19, “mentre da noi stanno calando sempre più rapidamente”, ha proseguito il presidente Usa durante la conferenza stampa alla Casa Bianca. “Proteggere i più anziani, igiene, distanziamento sociale, mascherina quando serve, ma i nostri dati sono buoni, calano i contagi e i ricoveri”, ha detto Trump, “mentre nelle altre nazioni abbiamo dati in aumento: in Germania c’è stata una crescita del 62 per cento, in Francia dell’82. Se escludiamo i disastrosi dati di New York, gli Stati Uniti hanno condotto test come nessun altro, siamo a 66 milioni”.Ad

Il Brasile ha registrato ulteriori 1.274 decessi e 52.160 nuovi contagi nelle ultime 24 ore: lo ha comunicato in serata il Consiglio nazionale dei segretari alla sanità (Conass). Il numero complessivo dei casi confermati di Covid-19 nel Paese è dunque salito a 3.109.630, mentre il totale delle vittime dall’inizio della pandemia ha raggiunto quota 103.026.

Francia, per il premier Castex, rischio elevato di ripresa dell’epidemia

Il primo ministro francese Jean Castex ha richiamato la popolazione alla massima attenzione per evitare una ripresa dell’epidemia di coronavirus. Il premier ha chiesto ai francesi di indossare la mascherina nonostante il caldo estivo. “Se non reagiremo collettivamente ci esporremo a un elevato rischio di ripresa dell’epidemia che sarà difficile da controllare” ha detto Castex visitando Montpellier. Il premier ha annunciato di star valutando il prolungamento dell’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi pubblici e l’intensificarsi dei controlli sul rispetto delle regole che prevedono il divieto di assembramento di più di 5000 persone fino al 30 ottobre.

Cina, altri 25 nuovi casi

La commissione nazionale della salute cinese ha comunicato la presenza di 25 nuovi casi di coronavirus, portando il numero dei contagiati a 761 ufficiali, di cui 40 in gravi condizioni. 20 sono invece i casi di infetti asintomatici., sempre stando alle comunicazioni ufficial