Coronavirus, in Lombardia dal 15 luglio mascherina obbligatoria all’aperto solo se impossibile mantenere il distanziamento

Resta l’obbligo per i luoghi pubblici chiusi e i mezzi di trasporto. È quanto prevede la nuova ordinanza regionale che sarà firmata martedì dal presidente Attilio Fontana. La mascherina dovrà comunque essere sempre portata con sé

In Lombardia da mercoledì 15 luglio la mascherina dovrà essere mantenuta all’aperto soltanto nei casi in cui non si potrà assicurare il distanziamento interpersonale anti-contagio. Resta l’obbligo per i luoghi pubblici chiusi e i mezzi di trasporto. È quanto prevede la nuova ordinanza regionale sulle misure anti-Covid che sarà firmata martedì dal presidente Attilio Fontana, che recepisce le indicazioni del comitato tecnico-scientifico riunito lunedì pomeriggio in Regione.

Martedì 14 luglio è infatti la data di scadenza delle precedenti disposizioni, che imponevano di indossare sempre la mascherina all’aperto sul territorio regionale.

A quanto si apprende da fonti di Palazzo Lombardia, dunque, da mercoledì si potrà togliere la mascherina nei luoghi aperti, a meno che non si riesca a tenere la distanza di sicurezza (almeno un metro) dalle altre persone. Per questo la mascherina dovrà comunque essere portata sempre con sé. In regione l’obbligo di coprire naso e bocca anche all’aperto, con mascherine o altri indumenti come sciarpe e foulard, era stato rinnovato il 29 giugno fino a martedì 14 luglio, con l’ultima ordinanza regionale.