Coronavirus, Capua: “Vaccino non ci farà uscire presto da incubo”

“Non sarà il vaccino che ci porterà fuori nell’immediato da questo incubo. Bisogna vedere i risultati, poi ci sono altri problemi, come la distribuzione. Per fare vaccini sicuri ci vuole tempo e attenzione, è importante che il vaccino per il Covid sia innocuo e efficace come tanti vaccini in commercio”. Sono le parole di Ilaria Capua a DiMartedì.

“Il lockdown che è stato adottato in Italia è stato molto duro, ha sconvolto il paese e ha lasciato il segno. Ora siamo pronti per una ripartenza intelligente. In questo momento mi permetto di chiedere ai giornalisti, a chi si occupa di scienza, ai divulgatori di far passare questo messaggio: ognuno deve fare il suo pezzetto. Sappiamo che questo virus si trasmette in determinate situazioni. La trasmissione avviene nella stragrande maggioranza dei casi perché c’è una vicinanza fisica tra una persona infetta e una non infetta”, afferma la virologa.

“Dobbiamo comportarci da persone serie, la responsabilità è nelle nostre mani. Il distanziamento fisico è una barriera naturale tra un soggetto infetto e un soggetto sano. Lavarsi le mani riduce il contagio e riduce altre problematiche legate alla sanità pubblica. Le regole non possono essere attuate solo dal governo, i cittadini devono essere protagonisti e devono sentirsi responsabili. Bisogna evitare i raggruppamenti di tante persone in ambienti chiusi. Immaginiamo una ripartenza intelligente, ognuno si renda conto di essere un tassello essenziale per ridurre il contagio e far ripartire l’Italia”, dice ancora.