Con l’aiuto dei Santi la Chiesa garantisce la distanza tra i fedeli

Sui banchi della Chiesa sono state posizionate piccole statue di Santi affinché i fedeli, durante la celebrazione della Santa Messa, possano rispettare le misure sanitarie che prevengono la diffusione del coronavirus.

Il sacerdote della parrocchia di San José a Rizal nelle Filippine, Padre Ronald Ocampo, ha avuto un’idea molto originale per promuovere il distanziamento sociale!

L’idea originale del parroco Padre Ronald

Implementare questa soluzione all’interno della parrocchia è un grande gesto che dimostra il voler prendersi cura della salute di tutti coloro che partecipano alle celebrazioni liturgiche.

Nelle dichiarazioni rilasciate ai media locali, l’idea di utilizzare le statue dei Santi è stata proprio del pastore Padre Ronald, che allo stesso tempo voleva creare e mantenere una bella atmosfera.

“Volevo essere creativo, affinché i parrocchiani abbiano un’atmosfera felice quando entrano in chiesa” ha sostenuto il sacerdote.

Il rispetto delle regole

Le statue vengono regolarmente disinfettate secondo i protocolli emanati per la riapertura delle Chiese e per il ritorno delle celebrazioni pubbliche all’interno del paese. La Parrocchia quindi dimostra un grande impegno nel rispetto delle regole.

I dati nelle Filippine

Secondo i dati rilasciati dalla Johns Hopkins University, le Filippine attualmente registrano più di 32.000 infetti da COVID-19. Le persone decedute a causa del virus invece sono più di 1.000.

Dal 1 ° giugno, il governo del Paese ha consentito i raduni religiosi nelle aree contrassegnate dalla sigla MGCQ, ovvero “modified general community quarantine”. La capacità consentita all’interno delle Chiese è del 50%.

“Durante le celebrazioni religiose sarà concesso fino al 50% della capacità della chiesa o del luogo nelle aree MGCQ”, ha dichiarato il procuratore generale Guevarra. Invece le Chiese al di fuori di queste aree possono ospitare solamente un massimo di dieci persone.