Newsletter di P. Livio - 13 Marzo 2017 

 

 

Cari amici,

nel suo ultimo messaggio la Regina della pace si è mostrata molto preoccupata per le sorti del mondo, a causa dalla sua lontananza da Dio. Ha più volte esortato a pregare e a testimoniare “in modo tale che il mondo sia diverso” e a far conoscere suo Figlio perché “il mondo si salvi”. Ciò che preoccupa la Madonna è il dilagare dell’incredulità e del peccato nel mondo intero, ma in modo particolare nei luoghi di antica cristianità, come l’Europa, dove si fa presente ogni giorno ormai da quasi 36 anni. E’ in atto una grande battaglia contro il Principe di questo mondo, che fa di tutto per trascinare le anime sulla via della rovina, per mezzo del materialismo, del modernismo e dell’egoismo. La Madre vuole salvare tutti i suoi figli e si rivolge in modo particolare a quelli che hanno risposto alla sua chiamata “a vivere le parole di suo Figlio” ad essere “clementi e giusti come lui”,  a parlare di lui con la  vita, a non giudicare ma ad amarci gli uni gli altri. Il mondo non si salverà con un “clic” che viene dal Cielo, ma con la fatica quotidiana della conversione, della fede, della preghiera e della testimonianza, lottando e perseverando con zelo e dedizione, affinché il Cuore di Maria possa trionfare e il mondo, ritornato a Gesù Cristo, vivere un tempo di pace. 


Vostro Padre Livio

 

COMMENTO DI P. LIVIO AL MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE A
MIRIJANA - 2 MARZO 2017

"Cari figli, 
con materno amore vengo ad aiutarvi ad avere più amore, il che significa più fede. 
Vengo ad aiutarvi a vivere con amore le parole di mio Figlio, in modo che il mondo sia diverso. 
Per questo raduno voi, apostoli del mio amore, attorno a me. 
Guardatemi col cuore, parlatemi come ad una Madre dei vostri dolori, delle vostre sofferenze, delle vostre gioie. 
Chiedete che preghi mio Figlio per voi. 
Mio Figlio è clemente e giusto. 
Il mio Cuore materno desidererebbe che anche voi foste così. 
Il mio Cuore materno desidererebbe che voi, apostoli del mio amore, parlaste con la vostra vita di mio Figlio e di me a tutti coloro che sono attorno a voi, in modo che il mondo sia diverso, in modo che ritornino la semplicità e la purezza, in modo che ritornino la fede e la speranza. 
Perciò, figli miei, pregate,  pregate, pregate col cuore. 
Pregate con amore, pregate con le buone opere. 
Pregate perché tutti conoscano mio Figlio, che il mondo cambi, che il mondo si salvi. 
Vivete con amore le parole di mio Figlio. 
Non giudicate, ma amatevi gli uni gli altri, affinché il mio Cuore possa trionfare. Vi ringrazio!"
 

Testo del commento di Padre Livio 


Per comprendere bene questo messaggio bisogna fare qualche semplice osservazione. Innanzitutto la Madonna ripete per ben sei volte la parola “pregate”: “figli miei pregate, pregate, pregate col cuore. Pregate con amore, pregate con le buone opere. Pregate perché tutti conoscano mio Figlio”. Questa è la chiave di interpretazione del messaggio, cioè la preghiera compie miracoli nei nostri cuori e nel mondo. Senza preghiera non si può vivere. 
Nel messaggio la Madonna ci fa capire che ha un obiettivo preciso: cambiare il mondo e ripete per quattro volte la parola mondo. Pregate perché “il mondo sia diverso”, poi ripete ancora “che il mondo sia diverso”, e poi “che il mondo cambi”, “che il mondo si salvi”. 

Ma chi sono i soggetti che devono fare questo? Gli apostoli del suo amore. 
La Regina della Pace attraverso i messaggi a Mjriana ripete spesso, e in questo messaggio due volte, l’espressione: apostoli del mio amore. Chi dunque deve pregare? Gli apostoli del suo amore. 

Chi sono gli apostoli del suo amore? Quelli che Lei ha radunato intorno a sé e che hanno risposto alla sua chiamata, sono quelli che devono guardare alla Madre col cuore, “guardatemi con il cuore”, dobbiamo parlare con Lei e magari sfogarci con Lei, raccontarLe i nostri dolori, le nostre sofferenze e le nostre gioie. 
Gli apostoli del suo amore devono essere giusti e clementi come suo Figlio e con la propria vita devono parlare agli altri di Gesù e di Lei in modo tale che il mondo cambi. 

Come deve cambiare il mondo? Il mondo deve cambiare nel senso di ritornare alla semplicità e alla purezza in modo tale che ritornino la fede e la speranza in questo mondo e così possa essere salvato. 
Poi la Madonna conclude il messaggio dicendo agli apostoli del suo amore: “vivete con amore le parole di mio Figlio. Non giudicate, ma amatevi gli uni gli altri, affinché il mio Cuore possa trionfare”. 
Questa dunque è la struttura del messaggio dove le parole fondamentali sono “pregate” e “il mondo”,  perché sia diverso, perché cambi, perché si salvi, perché nel mondo ritornino la semplicità e la purezza, la fede e la speranza. I soggetti sono gli apostoli del suo amore, quelli che Lei ha radunato attorno a sé, che vivono con amore le parole di suo Figlio non giudicando, ma amando e così gli apostoli del suo amore diventano quelli che preparano il trionfo del suo Cuore Immacolato.

La Madonna guarda questo mondo e dice che questo mondo deve cambiare assolutamente, perché altrimenti corre sulla via della rovina. Come può cambiare? Può cambiare attraverso di noi, cambiando noi stessi.
Vediamo ora il messaggio frase per frase.
"Cari figli, con materno amore vengo ad aiutarvi ad avere più amore, il che significa più fede. Vengo ad aiutarvi a vivere con amore le parole di mio Figlio, in modo che il mondo sia diverso”.

La Madonna viene per aiutarci, non viene per indicare se stessa, o per affermare se    stessa, viene per aiutare noi in modo tale che viviamo con amore le parole del Vangelo, le parole di suo Figlio, e così facendo, aiutando noi, intende cambiare il mondo. 
“Per questo raduno voi, apostoli del mio amore, attorno a me”. 
Per questo la Madonna appare a Medjugorje da così tanto tempo, per questo ha raggruppato attorno a sé gli apostoli del suo amore che sono quelli che hanno risposto alla sua chiamata e dice loro: “Guardatemi col cuore, parlatemi come ad una Madre dei vostri dolori, delle vostre sofferenze, delle vostre gioie”. 

Vorrei invitarvi ad avere una bella immagine della Madonna nelle vostre case, Lei che vi guarda con amore e ogni giorno fermatevi davanti a parlare con Lei. Parliamo, sfoghiamoci, offriamo, ascoltiamo.

“Chiedete anche che preghi mio Figlio per voi”, “prega per noi peccatori”. 
“Mio Figlio è clemente e giusto”. Misericordia e giustizia vanno sempre insieme, non c’è misericordia che non sia giusta e non c’è giustizia che non sia misericordiosa. Gesù è la misericordia perciò è clemenza e giustizia. 
“Il mio Cuore materno desidererebbe che anche voi foste così”, uomini clementi e giusti, dove la parola giustizia significa conformità della propria vita alla volontà di Dio.

“Il mio Cuore materno desidererebbe che voi, apostoli del mio amore”, apostoli vuol dire missionari, “parlaste con la vostra vita”, non tanto con le parole, “di mio Figlio e di me a tutti coloro che sono attorno a voi”. Le parole oggi sono svalutate, è un fiume immenso di foglie secche che il vento porta via. È la presenza di Gesù nei tuoi occhi, nel tuo sorriso, nella tua vita che fa sì che gli altri prestino orecchio quando parli della Madonna e di suo Figlio, 
“in modo che il mondo sia diverso, in modo che ritornino la semplicità e la purezza, in modo che ritornino la fede e la speranza”. E così vivendo Gesù nel proprio cuore, vivendo Maria nel proprio cuore, noi cambiamo noi stessi e il mondo diventa diverso. 
E così nel mondo ritorna la vita semplice per cui attraverso le piccole cose scorgiamo la presenza di Dio nella nostra vita, la purezza. La Madonna ha detto che il mondo non tiene più conto della purezza, della purezza dell’anima, si vive nel peccato. Insieme alla semplicità e alla purezza ritornino la fede e la speranza. Anche nel messaggio precedente la Madonna ha detto “le radici della fede sono la preghiera e la speranza”. 

“Perciò, figli miei, pregate,  pregate, pregate col cuore”. 
Intensifichiamo la preghiera quotidiana, dobbiamo pregare continuamente, cercare Dio giorno e notte, dire le nostre preghiere, il Rosario, nella Quaresima la Via Crucis, la meditazione davanti alla Croce, guardare con amore Gesù Crocifisso.  
“Pregate con amore, pregate con le buone opere”, e anche le buone opere sono preghiera.  

“Pregate perché tutti conoscano mio Figlio, che il mondo cambi, che il mondo si salvi”. Preghiamo per la conversione del mondo, perché gli uomini ritornino alla fede, perché cerchino non l’uomo, ma Dio.
Dobbiamo pregare perché tutti conoscano Gesù, Lui solo è il Salvatore del mondo, Lui solo è la via, la verità e la vita, Lui solo è il mediatore tra Dio e gli uomini, è il solo Salvatore, il solo Signore, testimoniarLo con la nostra vita, in modo tale che il mondo cambi e che il mondo si salvi. 

Non solo pregare, ma “vivete con amore le parole di mio Figlio”. 
“Non giudicate, ma amatevi gli uni gli altri”, questo è un programma di vita, giudicare è come dire: “io sono buono e gli altri sono cattivi”.
Guardiamo tutti con passione e con amore, più sono lontani, più guardiamoli con compassione, “affinché il mio Cuore possa trionfare”, e così noi, apostoli del suo amore, aiutiamo la Madonna e il suo Cuore Immacolato a trionfare, ma questo trionfo avviene nei nostri cuori e poi si diffonde nel mondo. 
 “Vi ringrazio!"

In questo messaggio c’è tutta la preoccupazione della Madonna che il mondo si perda. Vi lascio un consiglio: scrivete il messaggio del 25 febbraio e il messaggio del 2 marzo e così ogni giorno leggetelo, fino al mese prossimo e vedrete che ricchezza straordinaria troverete, quale nutrimento spirituale per la vostra anima e vi renderete conto che lo capirete ogni volta di più, chiedendo anche la grazia dello Spirito Santo per farvi comprendere queste bellissime parole della nostra Madre.



  

L'immagine può contenere: 1 persona

Cari Amici!
Sotto il patrocinio e la custodia di SAN GIUSEPPE

DOMENICA 19 MARZO 
RIPRENDE IL CAMMINO DI RADIO MARIA PELLEGRINA 

che durante l’anno la porterà a visitare ognuno di voi nelle tante città d’Italia. 
Nella prima tappa visiteremo in particolare i nostri fratelli terremotati, saremo infatti presenti domenica 19 marzo nelle città di 
Cascia e Norcia, poi a Palermo, Asti ,Perugia ,Spoleto e Montefalco. 
Radio Maria Pellegrina viene per incontrare voi cari ascoltatori, che con il vostro affetto e i vostri sacrifici sostenete questa grande opera di evangelizzazione e di misericordia spirituale 
che la Vergine Maria ha affidato alle nostre povere mani, per portare il pane di vita in ogni luogo. 

Dalle 8 alle 18 di domenica 19 marzo 
saremo presenti con i nostri gazebo nelle parrocchie e negli altri luoghi che tra poco indicheremo.
Ci saranno anche dei collegamenti in diretta con Radio Maria 
e ci saranno i nostri volontari che vi attendono numerosi per accogliere innanzitutto le vostre richieste di preghiera, tutte saranno portate nella sede di Radio Maria e tutte avranno una risposta, ma anche per parlare con voi, sentire le vostre voci e i vostri suggerimenti.

SAREMO DUNQUE PRESENTI NEI SEGUENTI LUOGHI:

PALERMO (SICILIA)
Parrocchia Maria SS. Consolatrice degli Afflitti - Viale della Resurrezione
Parrocchia Gesù Sacerdote - Via Castellana, 110
Parrocchia San Basilio - Via Cesare Terranova, 35
Parrocchia Cuore Eucaristico di Gesù-Corso Calatafimi, 327
Chiesa Madonna di Fatima - S. Messa, Rosario e Vespri ore 16.30 - Via Terrasanta, 79


*ASTI ( PIEMONTE) 
Santuario San Giuseppe Marello - Santa Messa ore 10.30 - C.so V. Alfieri, 384
Parrocchia San Paolo - Corso Cavour, 47
Parrocchia Maria Ausiliatrice - Località Viatosto, 33
Parrocchia N.S. di Lourdes Piazzetta N.S. di Lourdes, 3
Parrocchia San Domenico Savio- Via Tosi, 30

UMBRIA
Parrocchia Santa Rita-Via 17 Settembre n.3, Spoleto (PG)
Santuario Madonna della Stella - Santa Messa ore 8 -Vocabolo Madonna della Stella, Montefalco (PG)
Tensostruttura-Centro pastorale parrocchiale - Piazza Dante Cascia (PG) 
Piazza 4 novembre, in centro storico a Perugia (sabato 18 e domenica 19, dalle 15 alle 20)

** Nel pomeriggio un gruppo di nostri volontari, da Cascia si recherà a Norcia per distribuire dei doni di Radio Maria ad alcune tra le famiglie più bisognose colpite dal terremoto.

Infine abbiamo anche una sorpresa per i bambini, infatti il pomeriggio dalle 15 alle 17.30 sarà dedicato soprattutto a loro…

Ad ognuno verrà consegnato un piccolo dono per partecipare al concorso “Disegna Radio Maria”. 
I disegni saranno poi premiati con un attestato di partecipazione su carta pergamena che appena pronta consegneremo al Vs parroco il quale provvederà ad avvisarvi per poterla ritirare.
Troverete gli indirizzi delle parrocchie e tutti i dettagli della giornata anche sul nostro sito www.radiomaria.it e su questa paginawww.facebook.com/radiomaria

VI ATTENDIAMO TUTTI ED AFFIDIAMO QUESTA GIORNATA ALLA VERGINE MARIA E ALLE VOSTRE PREGHIERE!

.  


 

di P. Livio con Stefano Chiappalone
SIAMO TUTTI PECCATORI - Papa Francesco invita alla Confessione

PUOI RICHIEDERE TUTTI I LIBRI DI P. LIVIO AI NOSTRI UFFICI: 
siamo aperti ogni giorno dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00 
Sabato mattina dalle ore 9.00 alle 11.30
CHIUSO LA DOMENICA
Tel. 031-610600 info.ita@radiomaria.org fax 031-611288


     



L'immagine può contenere: una o più persone 
VENERDI 17 MARZO - ORE 20.25 Siete tutti invitati a partecipare al 
S. Rosario in diretta su Radio Maria animato dai giovani nella 
Parrocchia San Bernardino - Via Einaudi 62 - ALBENGA (SAVONA)

Alle ore 21.25: CATECHESI GIOVANILE di P. LIVIO IN DIRETTA dalla regia di ERBA

Alle ore 21.25: 
CATECHESI GIOVANILE di P. LIVIO IN DIRETTA dalla regia di ERBA





 alla prossima newsletter!

   

CERCHI QUALCOSA?

Radio Maria e il Papa

Catalogo

CatalogoLibri

DVD

CD MP3

                          Modulo di Richiesta

Ricerca Collaboratori

Se vuoi collaborare con noi clicca qui

Documenti e Articoli

Radio Maria - Via Milano 12, 22036 Erba (CO) - CF 94023530150 - info.ita@radiomaria.org

Privacy | Mappa del sito | Versione stampabile | Entra | © 2008 - 2017 Radio Maria | Powered by WFRM