Newsletter 4 ottobre 2016 

 

 

Cari amici,
Radio Maria col vostro aiuto si è estesa nei cinque continenti realizzando finora ben 76 emittenti, riunite nella Famiglia mondiale di Radio Maria. Molte però, specialmente in Africa, devono ancora crescere per divenire radio nazionali. Altre invece sono in attesa di aiuti per poter mettere la prima pietra. La carne al fuoco è molta, ma mancano le risorse, dovendo in primo luogo provvedere perché Radio Maria in Italia funzioni bene e sia all’altezza delle sfide quotidiane. Segnaliamo qui alla vostra generosità alcuni progetti particolarmente significativi, in Africa e in Medio Oriente, che vorremmo realizzare col vostro aiuto.    

I canali per le offerte sono quelli consueti di Radio Maria, dove potrete specificare l’intenzione.

Radio Maria a Kibeho (Rwanda 11 milioni di abitanti – cattolici 60%)
Presso il santuario di Nostra Signora dei Dolori a Kibeho, dove Maria apparve negli anni ’80, è in costruzione uno studio al servizio di tutte le Radio Maria africane. Il 15 settembre è stata posata la prima pietra e col vostro aiuto potremo diffondere l’accorato appello di Maria per la conversione dei cuori.
(Costo totale: euro centoventimila)

Radio Mariam (in lingua araba)
In coincidenza con il Giubileo della Misericordia è nata Radio Mariam come risposta concreta all’appello di Papa Francesco per i cristiani arabi, in particolare quelli perseguitati. Trasmette via web e satellite da una sede centrale in Italia, con studi mobili dislocati in Giordania, Iraq, Libano e, appena possibile, anche in Egitto, Palestina e Siria.
(Già attiva - Costo annuale di gestione: euro centomila)

Radio Maria Erbil (Iraq – campo profughi)
Erbil è la capitale del Kurdistan iracheno, distante poco più di 1ora dallo Stato Islamico. Realizzare Radio Maria qui sarà una testimonianza di amore fortissima per i 150.000 profughi cristiani che qui hanno trovato rifugio dal terrore.
(Costo totale: euro duecentoquindicimila)

Radio Maria Liberia (3,5 milioni di Abitanti – cristiani: 66% tra cattolici e protestanti )
La Liberia, nell’Africa centro-occidentale, è un paese a maggioranza cristiana (soprattutto protestanti), colpito recentemente dall’Ebola. A Dio piacendo e col vostro aiuto entro la fine dell’anno in Liberia nascerà la 21° Radio Maria africana.
(Costo totale: euro centosessantamila)

Radio Maria Lesotho (2 milioni di abitanti – cattolici 45%)
La radio diocesana della capitale Maseru intende trasformarsi in Radio Maria ed estendersi poi a livello nazionale. La posizione di Maseru permetterà sin dall’inizio di arrivare anche nel confinante Sudafrica.
(Costo totale: euro centodiecimila)

Abbiamo in cantiere altre iniziative, che vi segnaleremo man mano che avremo realizzato questi progetti che sono già pronti per partire. Facciamo tutto quello che ci è possibile per aiutare la Madonna a portare nel mondo la preghiera, l’amore e la pace. Guardiamo a quello che è stato già fatto e prendiamo coraggio per andare avanti.

Vostro Padre Livio

   

CERCHI QUALCOSA?

Radio Maria e il Papa

Catalogo

CatalogoLibri

DVD

CD MP3

                          Modulo di Richiesta

Ricerca Collaboratori

Se vuoi collaborare con noi clicca qui

Documenti e Articoli

Radio Maria - Via Milano 12, 22036 Erba (CO) - CF 94023530150 - info.ita@radiomaria.org

Privacy | Mappa del sito | Versione stampabile | Entra | © 2008 - 2017 Radio Maria | Powered by WFRM