Newsletter di RadioMaria

Newsletter 30 Giugno 2016 

 

Newsletter 30 Giugno 2016

Cari amici,
La Regina della pace, nel messaggio del 35.mo anniversario, sollecita la risposta della nostra buona volontà con tre imperativi: “Ringraziate”, “Pregate”, “Vivete”, invitandoci alla perseveranza, senza la quale non si giunge alla meta. Mettiamo a frutto questo dono inestimabile di avere Maria come Madre e Maestra  in uno dei passaggi più difficili della storia umana. 
Vostro Padre Livio


Messaggio della Regina della Pace alla veggente Marija
25 Giugno 2016 - 35° anniversario

"Cari figli! Ringraziate Dio con me per il dono che Io sono con voi. Pregate, figlioli, e vivete i comandamenti di Dio perché siate felici sulla terra. Oggi, in questo giorno di grazia desidero darvi la mia benedizione materna di pace e del mio amore. Intercedo per voi presso mio Figlio e vi invito a perseverare nella preghiera perché con voi 
possa realizzare i miei piani. Grazie per aver risposto alla mia chiamata".
Clicca qui per Ascolta l'audio del Commento al Messaggio a cura di Padre Livio



Vi proponiamo un brano tratto dal libro "La Grandezza dell'Umiltà - La Virtù che salverà il mondo" di Padre Livio (Ed. Piemme)

“Se la superbia è avvolta dalla tenebra della menzogna, l’umiltà si ammanta della luce di verità. L’umile non si disprezza, non cede a forme di falsa modestia, ma cerca lo sguardo di Dio. Non esita a professarsi creatura, nella consapevolezza gioiosa della sua totale dipendenza dal Creatore. Nella luce divina vede il suo nulla, perché non esisterebbe se Dio non lo sostenesse. Vede anche i suoi limiti, le sue miserie, le sue ferite e i suoi peccati. Più il suo occhio è limpido e più la realtà si manifesta al suo sguardo come Dio la vede. Coglie fino in fondo la malizia e l’orrore di ogni peccato commesso, ma nel medesimo tempo l’amore che ha portato Gesù fino alla morte di croce. Non si nasconde, non si giustifica, ma lascia che l’amore misericordioso curi le ferite. Non fa fatica a professarsi peccatore, bisognoso di perdono e di redenzione. Lascia che il suo cuore sia trafitto dalla compunzione, perché possa scendere copiosa la grazia del perdono. L’umile chiede, l’umile accetta, l’umile ringrazia. Questo è ciò che Dio desidera di più, perché la sua infinita misericordia trovi cuori che la accolgono. L’umile vede anche la grande dignità nella quale Dio ha collocato l’uomo, creandolo capace di conoscerlo, di amarlo e di servirlo. L’umile vede la bellezza e la grandezza della sua persona, sulla quale Dio si è chinato per elevarla fino a sé. L’umile vede le grazie e i doni che l’Onnipotente riversa sulle sue creature, ma sa che potrebbe perdere tutto con un solo movimento falso del cuore. Col cuore pieno di gratitudine ringrazia e canta la gloria di Dio. Egli sa che la gloria di Dio non è la celebrazione di se stesso, ma la partecipazione delle sue creature alla sua immensa grandezza. L’umile gode della sua piccolezza ed è felice di essere una creatura, alla quale il Padre celeste ha dato la dignità di figlio. L’umile non indietreggia dinanzi alle missioni che Dio gli affida, perché sa che la falsa umiltà è una forma di superbia, ma le accetta con coraggio, confidando nell’aiuto di Dio. È con questo atteggiamento che Davide ha affrontato e sconfitto Golia. Ed è con questa umiltà coraggiosa che l’ancella del Signore è divenuta la madre del Salvatore. L’umile vede gli altri nella luce di Dio: non li considera dei rivali, non li guarda dall’alto in basso, non si lascia morsicare dalla serpe dell’invidia, non si considera superiore a nessuno. Chi si sente perdonato, amato e apprezzato da Dio non sente il bisogno di sminuire gli altri, di criticarli e di metterli in cattiva luce. Al contrario gioisce perché il giardino di Dio è ricolmo di una grande varietà di fiori, ognuno con la sua specifica bellezza. Lui si considera un fiore che concorre con tutti gli altri all’opera mirabile della creazione e della redenzione. L’umiltà ottiene il dono della conoscenza delle cose divine e rende sapienti le persone semplici e nascoste. È nei loro cuori che brilla la luce limpida della verità.”





Carissimi,
è arrivato da pochi giorni nelle vostre case il giornalino del mese di Luglio di Radio Maria.
Potete richiederlo gratuitamente chiamando i nostri uffici allo 031 610 600 oppure scrivendo a info.ita@radiomaria.org
Vi ricordiamo che potete scaricarlo visitando il nostro sito internet www.radiomaria.it 

 




Si è conclusa con venerdì 17 giugno la catechesi giovanile di Padre Livio, vi aspettiamo numerosi dopo l'estate all'appuntamento di venerdì 16 settembre 2016





 

Alla prossima newsletter

   

CERCHI QUALCOSA?

Contenuti Medjugorje

RADIO MARIA E IL PAPA

notizie radio vaticana

Ricerca Collaboratori

Se vuoi collaborare con noi clicca qui

Le nostre preghiere

Notizie dal mondo della chiesa

Radio Maria - Via Milano 12, 22036 Erba (CO) - CF 94023530150 - info.ita@radiomaria.org

Privacy | Mappa del sito | Versione stampabile | Entra | © 2008 - 2017 Radio Maria | Powered by WFRM